Julien Berthier

Da tempo è in giro una storiella patafisica riguardo la possibilità di un moto perpetuo utilizzando un gatto e del pane imburrato. E’ fatto notorio che il pane imburrato cada sempre dalla parte imburrata così come il gatto cada sempre sulle proprie zampe. Cosa succede allora se si mette del pane imburrato sulla schiena di un gatto? Due opposte forze si alterneranno: da un lato il pane tenderà a far cadere il gatto di schiena dall’altro il gatto vorrà cadere sulle zampe, da qui l’eterna rotazione del gatto. Una sorta di metafora dinamica della lotta fra il principio ying e il principio yang.

Julien Berthier si è preso la briga di materializzare quella che sembrava solo un’utopia sbugiardando gli scettici e il cartello dei petrolieri. Sulla sua pagina trovate i dovuti approfondimenti e le prove audiovisive.

Ma Julien non si è fermato qui. Ha sognato di un balcone in stile parigino/haussmann da piazzare laddove lo squallore ha posto la sua tetra tirannia.

Ha immaginato di ingannare la furia del mare costruendo un relitto natante

Ha risposto all’alienazione del lavoratore d’ufficio portandogli una palma accarezzata dal vento fuori dalla finestra

Nessun gatto imburrato è stato ferito nella stesura di questo post

Annunci

2 commenti

Archiviato in Arte, DavveroDavvericità, Fun, Scienza, Weird & Wonderful

2 risposte a “Julien Berthier

  1. diego

    ma questo ha toppato completamente l’asse di rotazione del gatto!
    non si è mai visto un gatto che riequilibria il proprio assetto facendo capriole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...