Archivi del mese: dicembre 2008

Ethan Winer e varie

Un amico tempo fa mi disse che il bello di internet e’ che mette assieme il tempo libero di tutto il mondo. Ethan Winer ne e’ la prova vivente, come tanti altri -a onor del vero- ma lui e’ in assoluto uno dei personaggi piu’ teneri, ingenui, carini, strabilianti che abbia visto finora. Ethan Winer e’ un incredibile polistrumentista che con i suoi video vi rendera’ davvero davvero piu’ buoni, talmente tanto che riuscirete a commuovervi anche per l’incredibile parata di dettagli kitsch: dai vestiti agli sfondi e “chi piu’ ne ha piu’ Ethan ne metta…”  Vi prego, guardatelo tutto.

 

Non riesco a non pensare a quanto impegno, dedizione e tempo Ethan impegni per realizzare queste cose e ad immaginarmelo mi si spezza il cuore 🙂 

L’ho scoperto cercando materiale sul violoncello -che voleva essere l’oggetto di questo post- e manco a dirlo Ethan e’ pure violoncellista, sempre a modo suo, adorabile

Tanto per contrapporre qualcosa di diverso spirito e tono ci sarebbe anche Tina

Tina ha capito che il violoncello e’ per molti l’inizio di un fantasia erotica legata alla violoncellista come archetipo 😉

Solo che adesso non so come collegare il prossimo video, l’unico fil rouge e’ sempre il violoncello, e ‘sti due sono davvero bravi e dovete vederli

E poi c’e’ Yamashita che ha suonato “great balls of fire” su un piano a coda in fiamme -non  ne sono sicuro ma mi piace pensarlo-

(si lo so c’e’ una in bikini, mi serve per il prossimo post)

gran finale….

Annunci

3 commenti

Archiviato in Arte, Fun, Musica, Weird & Wonderful

Caramelle anni ’80

Una discussione nei commenti del precedente post ha stimolato una ricerca delle pubblicità che soddisfacessero l’operazione booleana “‘na cifra anni ’80” AND “caramella o gomma da masticare”. Ecco la Top 5.

Fruit Joy

A giudicare dall’accento, il Nero è nato e cresciuto sulle strade di Segrate(MI)…

Morositas

Cos’è che un culo NON riesce a vendere? Um…deodorante? Dei guanti? Boh….

Fruittella

Questa non sono sicuro se sia mai passata in Italia. Ma le Fruittella meritano rispetto, non foss’altro perchè – come il Cornetto Algida – hanno resistito alla carica di centinaia di pretentendi al trono.

Big Babol

Bud Spencer contro Dick “Cicca Moscia” e la Banda dei Senza Palloni!!!
p.s. Ancora non mi capacito dello spelling onomatopeico.

Tabu

Questa non me la dimenticherò mai. Mi ricordo distintamente di essere stato terribilmente attratto da questa musica, che ho scoperto poi essere Blues. Certe pubblicità – questo vale per chi è cresciuto negli anni ’80 ma presumo anche prima – erano uno dei veicoli per costruirsi una certa familiarità con un’ epoca precedente alla propria. Così come certi cartoni animati! No?
Oggi credo non sia più così. Il 98% di quello che passa in TV è stato prodotto negli ultimi 5-7 anni massimo…spesso, negli ultimi 6 mesi. Ecco un’altro dei motivi per cui presto moriremo tutti.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Esperienze Davverodavveriche

Immagino che siate seduti di fronte ad un computer, bene…

Alzate il piede destro e fategli compiere dei cerchi in aria in senso orario.
Ora, con la mano destra, disegnate un “sei” nell’aria.

Il vostro piede cambiera direzione di rotazione, che vi piaccia o meno.

11 commenti

Archiviato in Fun

Incredibili Uccelli

Il Manakin Bird è un evidente prodotto del periodo “Motown” del Creatore.

Uno crede si sapere, più o meno, come sono fatti gli animali. Poi arrivano gli Uccelli del Paradiso (che sarebbe un ottimo nome per un Gay club). La voce suadente che accompagna questo video è di un certo Sir David Attenborough che è forse la persona più amata in assoluto dagli Inglesi.

Il Lyre Bird (Uccello della Lira) riesce ad imitare il richiamo delle altre specie di uccelli…e non solo! Il finale è veramente da “ma che davero davero?”. Certo, se ci metteva pure una bestemmia…

Questo è Einstein. Che non lo volevo mettere perchè mi sembra crudele tenere i pappagalli così…ma a 1:23 e 1:40 io mi piscio letteralmente sotto. OGNI. VOLTA. Per cui sti cazzi.

Certo, poi ci sarebbero ancora l’uccello più intelligente del mondo e un pollo che balla il blues.

4 commenti

Archiviato in Weird & Wonderful

“Me so’ magnato er fegato co’ tutto quello che ce sta ‘ntorno…”

Tired Food

Una famosa comica italiana disse una volta che se l’Italia fosse stato un paese normale dopo ogni puntata di Report, alla domenica sera, lunedì mattina dovrebbe esserci almeno un colpo di stato. Spero che molta gente abbia visto la puntata di ieri sera visto che si parlava di cibo e la cosa davverodavvero riguarda tutti. Il sito di report fortunatamente è fatto benissimo -c’è qualcosa che quella redazione fa male?!- e la puntata e’ interamente visibile on line. Alla fine della puntata vi verrà una gran voglia di far parte di un gruppo d’acquisto solidale, qui troverete -spero- tutti gli indirizzi.

A Roma poi esiste la città dell’altra economia, ci sono stato ieri e vi assicuro che merita attenzione, e poi si mangia benissimo senza rischiare la cirrosi del portafoglio o la peritonite del bancomat.

Il prefisso Bio non è solo una moda per ricche signore con la puzza sotto il naso che fanno la spesa in botteguccie radical-chic ma rappresenta una risposta sana all’eccessiva medicalizzazione dell’agricoltura -dovuta alla sua industrializzazione- Fa rabbia scoprire che nella maggior parte dei casi si tratta di soluzioni che scoprono l’acqua calda, ma questa se vogliamo, e’ una delle nuove forme di miseria intellettuale e contingente del nostro tempo.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Polanoid

Nel Febbraio scorso, la Polaroid ha interrotto la produzione della sua famosa pellicola. Pare che, al ritmo attuale, siano rimasti al massimo un paio d’anni di scorte. Questa notizia mi dispiace ancora di più della lenta morte della Lego.

Ma su Polanoid, si celebra una delle tecnologie più amate degli ultimi 30 anni costruendo un enorme archivio di scatti in Polaroid. Dategli un’occhiata, molte delle foto sono bellissime e non poco del merito è della misteriosa proprietà stregante delle Polaroid.

 

 


Ma non disperate! Pare che la Polaroid stia preparando una macchina digitale con lo stesso principio di stampa istantanea incorporata! Storciamo il naso e incrociamo le dita…

Lascia un commento

Archiviato in Arte